Promozione delle competenze emotive e sociali dei ragazzi e dei bambini

Corso riconosciuto dal MIUR rivolto agli insegnanti per la promozione delle competenze affettive e socio-relazionali degli studenti.

Destinatari

La proposta di formazione è rivolta alle insegnanti della scuola dell’obbligo.

Obiettivi

La proposta formativa intende fornire un’occasione di riflessione, confronto e potenziamento delle competenze necessarie agli insegnati per la conduzione del gruppo classe ed in particolare per la   promozione delle competenze affettive e socio-relazionali di ogni singolo studente.

A partire da una iniziale riflessione sullo stile relazionale di ogni docente si presterà attenzione al miglioramento della propria capacità di lettura delle dinamiche del gruppo classe e di comunicazione docente/studente, fino ad arrivare a delineare una coerenza del gruppo docente.

Presupposti

Tale progetto prende spunto dalle recenti acquisizioni scientifiche sull’efficacia di interventi finalizzati all’acquisizione delle competenze necessarie a fronteggiare  life skills.

competenze affettive e socio-relazionali degli studenti.

competenze affettive e socio-relazionali degli studenti.

Negli anni le comunità scolastica e sanitaria hanno lavorato in modo congiunto per individuare la forma d’intervento più efficace per la promozione della salute dei soggetti in età evolutiva.

Sono stati condotti studi sui fattori di rischio e analisi sui comportamenti definiti “a rischio” per giungere alla conclusione che alcune competenze emotive e sociali possono essere considerate fattori protettivi utili a fronteggiare i momenti più difficili che la crescita impone.

Tali competenze possono essere “insegnate” ed “apprese” più facilmente all’interno di un gruppo di pari. Quindi la scuola, luogo di apprendimenti per eccellenza, rappresenta il contesto più adatto a questo scopo.

E’ indispensabile quindi per le insegnanti acquisire strumenti e conoscenze per relazionarsi con gli aspetti emotivi degli studenti, proponendosi come attivatori delle differenti abilità dei singoli. Questo per consentire all’alunno di arrivare a livelli più alti di espressione individuale e di partecipazione sociale.

 

Tempi e luoghi

A seconda delle specifiche richieste dei partecipanti e della composizione del gruppo (omogeneo/eterogeneo per classi d’intervento, per istituto comprensivo di appartenenza e per sede ed orario) gli 8 incontri saranno così organizzati

2 incontri teorici della durata di tre ore ciascuno in cui saranno descritti

  • la teoria dell’attaccamento
  • le caratteristiche dei MOI (modelli operativi interni)
  • il ruolo della scuola e dell’insegnante nella conferma o revisione dei MOI
  • lo sviluppo emozionale nella specifica fascia d’età considerata
  • la competenza emotiva come fattore di protezione

 

5 incontri operativi della durata di 4 ore ciascuno in cui saranno presentate

  • le finalità e le caratteristiche di ogni competenza considerata (Decision making-problem solving – creatività – senso critico -comunicazione – autoconsapevolezza – relazioni interpersonali – empatia – gestione delle emozioni -gestione dello stress)
  • le schede operative utili a stimolare l’acquisizione  delle singole competenze
  • le esperienze via via realizzate dai partecipanti e discusse in gruppo

 

Un incontro conclusivo della durata di due ore in cui verranno riesaminate e condivise le esperienze di lavoro per future applicazioni.

Gli 8 incontri, per complessive 28 ore, verranno distribuiti in un calendario da definire approssimativamente a cadenza mensile, distribuite nel corso di tutto l’arco dell’anno scolastico.

La sede potrà essere individuata tra le scuole di provenienza dei docenti o presso la sede dell’associazione.

 

Metodologia e strumenti

Il gruppo di formazione sarà condotto da psicologi esperti in psicopatologia dell’età evolutiva.

La sperimentazione diretta del lavoro di gruppo è lo strumento che consentirà ai partecipanti di saggiare in prima persona le caratteristiche e le potenzialità dell’apprendimento in gruppo.

Così come il gruppo classe deve essere “usato” come strumento utile alla crescita personale anche il gruppo di formazione sperimenterà la costruzione di un linguaggio comune che consentirà ai partecipanti di lavorare affrontando insieme i compiti legati al proprio lavoro o alla propria funzione educativa.

Verranno proposti: brainstorming su temi specifici, esercitazioni con schede di lavoro o con materiali vari; giochi di ruolo su casi esemplificativi, co-progettazione di un ipotetico percorso di promozione della salute da applicare in classe.

Sarà proposta inoltre la visione di videoregistrazioni delle attività realizzate pertanto potrà essere necessario la liberatoria dei genitori e della scuola per la produzione di tale.

 D.D.G._prot. 208_A.P.S. Percorsi Evolutivi_D.M. 90/2003 art.5

D.D.G._prot. 208_A.P.S. Percorsi Evolutivi_D.M. 90/2003 art.5

Attestato di frequenza:

Alla fine del corso verrà rilasciato l’attestato di frequenza riconosciuto dall’USR Lazio

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *