DSA e didattica on line, strumenti compensativi.

DSA e didattica on line ,in questi giorni siamo sommersi dalla tematica della didattica a distanza con consigli, tutorial e suggerimenti vari.  La scuola, a parte gli annunci roboanti, si muove a macchia di leopardo, facendo soprattutto leva sugli insegnati più preparati e volenterosi e che  soprattutto  sappiano utilizzare al meglio questo nuovo strumento della didattica a distanza. Assistiamo anche al fenomeni in cui la Didattica a distanza non viene compresa e si è trasformata in un invio massivo di compiti gli studenti mettendo di fatto le famiglie  KO. Il ministero ha emanato una nota ufficiale con le indicazioni operative per la didattica a distanza.

DSA e didattica on line

DSA e didattica on line

Gli appelli e le polemiche però continuano. Negli ultimi giorni registriamo le parole  di Daniela Lucangeli sul portale vita.it «Gli insegnanti smettano di trattare gli alunni come contenitori vuoti da riempire con schede e compiti», commentando una certa declinazione della didattica a distanza a cui assistiamo in questi giorni confusi.

Anche il sito repubblica.it dedica un articolo sul malcontento dei genitori per questa tendenza che provoca sempre più disagi.

I DSA e la didattica on line.  In questo momento caotico bisogna riaffermare ancora una volta la necessità, soprattutto nella didattica a distanza, di prevedere l’utilizzo di strumenti compensativi e dispensativi previsti dalla legge nel Decreto ministeriale 5669 del 12 luglio 2011 e le relative Linee Guida.

Non dobbiamo dimenticare l’importanza dei  Piani Didattici Personalizzati (PDP) che rimangono un’ottima guida per gli insegnati per erogare una didattica efficace per i nostri ragazzi.

Ricordiamo che le linee guida della legge 170 contengono indicazioni per l’uso degli strumenti compensativi e delle misure dispensative da utilizzare “per il raggiungimento del successo formativo degli alunni con DSA”. Strumenti compensativi siano essi a supporto della scrittura, lettura o  calcolo e che permettono al bambino o al ragazzo di studiare e apprendere con maggiore efficacia.

Possiamo quindi brevemente indicarne solo alcuni a titolo esemplificativo.

  • Nella scrittura editor di testi con correttore ortografico, o programmi che riconoscono la voce e la trasformano in testo scritto (opzione presente ormai anche in Pages)
  • Nel calcolo e nello studio della matematica la calcolatrice e i programmi (editor) di matematica, ma anche con le linee dei numeri, le tavole pitagoriche, le tabelle e i formulari, griglie-guida per i calcoli in colonna
  • Nella lettura l’utilizzo di un font/carattere ad alta leggibilità, software di sintesi vocale, app e software per creare mappe concettuali.

Non  dimentichiamo infatti l’importanza della sintesi vocale che permette la “lettura con le orecchie” privilegiando lo stile di apprendimento attraverso il  canale uditivo

Ascoltare la voce sostituisce la lettura del testo e ad oggi esistono software e applicazioni di ogni tipo, APP, siti web, software.

Quindi, ancora una volta ribadiamo che, per DSA e BES  la didattica a distanza, deve prevedere l’utilizzo di strumenti compensativi e dispensativi. 

  • Come aiutare i ragazzi a raggiungere un buon livello di autonomia in questo periodo?
  • Come non perdere quanto di buono hanno raggiunto fino ad oggi?
didattica on line

Percorsi Evolutivi non vi lascia soli

Percorsi Evolutivi volendo rimanere vicina ai tanti ragazzi che in questi giorni devono affrontare da soli il lavoro impegnativo dello studio a casa e poter permettere a tutti di lavorare efficacemente online si è attrezzata per  offrire attività di Potenziamento, Doposcuola e Lavoro individuale.

Per info contattateci al numero 388 4094699 tutti i giorni dalle 14.00 alle 19,30 oppure scrivete al seguente indirizzo email info@percorsievolutivi.org

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *