5 ingredienti per una formazione sui DSA qualificata ed efficace

 

5 ingredienti fondamentali per una formazione efficace sui DSA:

  • Docente qualificato ed esperto
  • Chiaro legame tra contenuti della formazione ed evidenze scientifiche
  • Contenuti del corso che fanno riferimento alle normative vigenti
  • Giusto spazio sia alla teoria che alla pratica
  • Giusto spazio all’interazione tra docente e corsisti
5 ingredienti

5 ingredienti per una formazione sui DSA qualificata ed efficace

La formazione specifica sui DSA è ormai un elemento imprescindibile per dare un aiuto realmente efficace ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie.

Per le scuole

Questo vale per i Dirigenti Scolastici e i docenti, impegnati ogni giorno nel rendere la scuola e la didattica sempre più inclusive e capaci di accogliere e stimolare correttamente le potenzialità di ogni studente, anche quando c’è un Disturbo.

Per gli specialisti

E vale ovviamente anche per gli specialisti e gli operatori dei servizi, ai quali si richiede la conoscenza e il rispetto delle indicazioni cliniche fornite dalla Consensus Conference sia nella fase di valutazione e diagnosi, sia nella presa in carico e nell’intervento.

Indicatori di qualità

In entrambi i casi, affinché si tratti di un’esperienza realmente arricchente per la propria professionalità, è importante che siano presenti alcuni elementi fondamentali che possono rappresentare dei pratici indicatori di qualità della formazione sui DSA.

Il formatore

Possiamo chiederci ad esempio chi offre la formazione e quali siano le qualifiche del docente rispetto alla tematica trattata. Questo è verificabile dal titolo e dalla specializzazione del professionista, dall’ente di appartenenza e dalle sue esperienze specifiche.

I contenuti

Inoltre i contenuti della formazione dovrebbero avere un chiaro legame con le attuali evidenze scientifiche sui DSA. Si troveranno ad esempio riferimenti alle neuroscienze, alla prevenzione o all’identificazione/intervento precoce, all’efficacia del potenziamento o della riabilitazione, alle competenze compensative, agli aspetti emotivi.

Un altro indice di qualità è il riferimento alla normativa vigente:Legge 170Linee guidaAccordo Stato-Regioni, Consensus ConferenceRaccomandazioni cliniche per gli specialisti.

Utile verificare che sia dato il giusto spazio alla preparazione teorica dei corsisti e alla sua applicazione operativa, con contributi che aumentino le nostre conoscenze ma anche le nostre competenze.

Interazione docente-corsisti

E per finire chiediamoci quali sono le possibilità di interazione e scambio tra docente e corsisti: nel corso delle lezioni ci sono i momenti di esercitazione e di dibattito, nel periodo successivo si possono prevedere incontri di monitoraggio e follow-up, a distanza ci dovrebbe essere la possibilità di consultare il materiale presentato e un contatto di riferimento, dall’email ai social network.

Per Approfondire.

Articolo della Dott.sa Duca Valeria

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *